Loading...

Progetto

“Non solo tondini”, certo, ma nemmeno solo monumenti e collezioni: l’identità di Brescia è costituita anche dal suo patrimonio immateriale – memorie, riti, feste, saperi e pratiche artigianali e industriali. Il progetto prevede l’attraversamento del Novecento bresciano attraverso questi aspetti, spesso non abbastanza considerati, del suo vasto patrimonio culturale.

Le attività, tese a qualificare l’offerta di servizi per la fruizione culturale e turistica, saranno centrate su due ambiti: il saper fare artigianale e tecnico e le testimonianze della vita quotidiana e politica, temi strettamente intrecciati a luoghi-simbolo della città.

Per raccontare tutto questo, la parola sarà data anzitutto alle persone che hanno vissuto il Novecento, contaminando ricordi e luoghi con i codici teatrali e visivi per realizzare opere inedite, a disposizione di cittadini e turisti.

Un progetto sul patrimonio del XX secolo per creare patrimonio del XXI secolo.

parrucchiere tartaglia brescia

Progetto realizzato con il sostegno di

Logo Unione Europea Fondo sviluppo regionale
Logo Regione Lombardia
Logo Por Fesr 2014 2020

Partner

L’approccio progettuale è stato condiviso da realtà differenti, attive nella ricerca scientifica e artistica come nell’azione sociale e turistica,  riconoscendo nell’interazione delle diverse competenze una modalità innovativa di fare cultura.

Nel progetto sono coinvolti 8 partner, 6 dell’area culturale e 2 di quella turistica.

Partner Area Culturale

Partner Area Turistica

Rete

Accanto ai partner vi sono realtà che collaborano e sostengono le azioni progettuali:

Azioni

  • Capolinea ‘900 a cura di APS Residenza IDRA capofila del progetto. In tale azione sono previste tutte le attività di coordinamento, comunicazione, formazione  e gestione.

    Il progetto si articola in 10 azioni strettamente connesse. Come un treno che conta numerosi vagoni in corsa verso il Capolinea ‘900.

    MO.CA – Centro per le Nuove Culture, situata nel centro storico di Brescia, sarà la “stazione centrale” di questo progetto. Grazie all’apertura di un punto informazioni dedicato, a MO.CA sarà possibile trovare i materiali informativi sugli eventi e le iniziative organizzate, le visite guidate e i percorsi turistici teatralizzati, chiedere informazioni e indicazioni per raggiungere i luoghi raccontati da Prossima Fermata 900.

    Ricerca storica, turismo, teatro e nuove tecnologie sono in viaggio per dar vita ad una rinnovata identità del ‘900 della città di Brescia.

    Potrete trovare le informazioni aggiornate relative ad ogni singolo evento nella sezione NEWS.

  • Brescia spettacolare a cura di APS Residenza IDRA, azione aggiuntiva di animazione della città.

    Un percorso teatralizzato di alto livello artistico darà l’opportunità di vivere la storia della città con un linguaggio assolutamente contemporaneo. Questo sarà possibile grazie alla collaborazione della compagnia Electrico28 (ES) che ha ideato percorsi di valorizzazione delle città nelle più importanti capitali europee (Vienna, Barcellona, ecc.).

Interventi Culturali

  • Luoghi della memoria e del saper fare del Novecento a cura della Fondazione Luigi Micheletti.

    La Fondazione Luigi Micheletti è attore chiave del progetto grazie alla condivisione dei materiali storici (fotografie, documenti, testimonianze, ecc.) su luoghi, fatti e persone protagonisti del 900 bresciano.

    A conclusione del progetto, il patrimonio immateriale indagato verrà conservato presso l’archivio della Fondazione e pubblicato sul sito dell’Archivio di Etnografia e Storia Sociale di Regione Lombardia (AESS).

    Particolarità dell’intervento saranno l’organizzazione dei laboratori video per bambini e ragazzi curati da Avisco a MO.CA dall’estate 2019 e la mostra sulla Brescia del miracolo economico a cura di Ma.Co.f prevista per i primi mesi del 2020.

  • Sotto il novecento a cura della Casa Editrice Liberedizioni.

    L’obiettivo di questo progetto mira a far conoscere la rete dei canali sotterranei che innerva la città, una vicenda complessa e unica nel panorama nazionale.

    Il racconto di questa ampia e ramificata struttura, a partire dal suo funzionamento, sarà affidato alle persone che gestivano questa macchina complessa e che sfruttavano la forza dell’acqua a fini lavorativi o domestici. Documenti e testimonianze saranno raccolte in un volume divulgativo la cui pubblicazione è prevista per l’autunno 2019.

    Saranno creati un percorso di visita guidata con operatori culturali e turistici specificatamente formati, attività ludico-didattiche e un video 360° per la visita interattiva dei luoghi più suggestivi.

  • Il Carmine e le antiche vie dell’eros a cura di Teatro In-folio.

    Ricerca e teatro collaborano per dare vita ad un’inedita esperienza alla scoperta del Carmine, da sempre quartiere malfamato e poi, in anni più recenti, luogo popolato da etnie di tutto mondo. Uno spettacolo itinerante lungo alcuni luoghi simbolo, come la “casa delle bambole” e il gli ex “cinema a luci rosse”.

    4 imperdibili repliche tra giugno e novembre 2019. Solo successivamente lo spettacolo verrà tradotto in un percorso turistico.

  • E-Theatre: drammaturgie di una città a cura di APS Residenza IDRA.

    Dai risultati delle ricerche d’archivio nasce un percorso di scrittura collettiva con drammaturghi di fama internazionale. 12 drammaturgie riguardanti i luoghi interessati dal progetto che daranno vita ad altrettanti video e a 10 rappresentazioni teatrali che accompagneranno cittadini e turisti in un’esperienza immersiva nel tessuto sociale della città.

    Il debutto dello spettacolo è previsto a novembre 2019 inserito nel Festival Wonderland.

  • Brescia tra storia e innovazione a cura di Albatros film.

    Grazie al contributo delle nuove tecnologie si prevede la realizzazione di 5 clip dedicate ad arti e mestieri del territorio con particolare attenzione ai lavori manuali e artigianali che stanno scomparendo. Verranno anche realizzati 10 video con la tecnica del 360° in luoghi non accessibili o in fase di trasformazione.

    I video saranno veicolati principalmente nel web per raggiungere un target giovanile e garantire l’accessibilità alle informazioni ad un pubblico con disabilità o ridotte capacità uditive, grazie all’inserimento di sottotitoli.

  • PF ‘900 Storia e Innovazione a cura di MyTI.

    Grazie al sito pf900.it e ad un’applicazione fruibile su mobile (smartphone e tablet) sarà possibile accedere ai contenuti culturali e turistici direttamente sui luoghi chiave: i  veri contenitori della memoria da raccontare.

Interventi Turistici

  • inBrescia900 a cura della Cooperativa Mistral.

    Questo intervento trasformerà spettacoli, pubblicazioni ed esperienze interattive in pacchetti turistici che verranno sperimentati attraverso 10 visite guidate realizzate utilizzando anche la bicicletta e la metropolitana per favorire la mobilità sostenibile.

    Il progetto sarà presentato alla cittadinanza e ai turisti tra l’autunno 2019 e la primavera del 2020 in collaborazione con Guida Artistica.

    Le sperimentazioni verranno poi strutturate e inserite in un catalogo che verrà presentato in fiere di settore, in un educational tour indirizzato ad operatori turistici e commercializzato da agenzie viaggio e tour operator nella primavera del 2020.

  • Turismo accessibile e inclusione sociale a cura della Cooperativa Tempo Libero.

    Questo intervento riguarda il turismo accessibile e l’inclusione sociale e mira a consentire una fruizione più agevolata e autonoma del patrimonio culturale della Brescia novecentesca grazie al supporto dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti sezione di Brescia e dell’Ente Nazionale Sordi. Affinché questa azione diventi concreta ed efficate, Tempo Libero organizzerà corsi di aggiornamento per operatori culturali e turistici della città.

    Saranno attivate anche visite guidate e laboratori per le scuole e i centri estivi tra il 2019/2020.

We Make Your life Easier

Live Stats Anywhere

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Fusce tristique nunc turpis, vel lacinia orci elementum id. Aenean ultrices placerat lacus, vel tempor mi commodo eu. Suspendisse a dolor quis felis dictum auctor sed ultrices enim. Praesent ac sollicitudin turpis, ut consequat ex. Morbi quis lobortis nunc. Proin consectetur, lorem vitae porttitor semper, mi dui luctus mauris, sed molestie felis ligula ac magna. Suspendisse pretium nibh id magna mollis dignissim.

Download App

Beautiful User Interface

Etiam rhoncus fermentum vehicula. Etiam sollicitudin eget sapien ac aliquet. Nullam triue vitae sem a facilisis. Donec quis dapibus tellus mauris fermeni saditip ipsums dolores ametis.

  • Lorem ipsum sits dolores unser et.
  • Duis in ipsumil magna tristique.
  • Quisque id nibh et nibh luctus placeri.
  • Integer elementumi at elit faucius.
  • Nullam et nisl ac nisi viverra gravida.
  • Donec efficitur et roncus quam.
  • Donec non leo rhon hendrerit turpis.
Download App

Screenshot Candy

Everyone loves looking at beautiful eye candy.

Who Are We

Philosophy We Strive For

Etiam rhoncus fermentum vehicula. Etiam sollicitudin eget sapien ac aliquet. Nullam tristique vitae sem a facilisis. Donec quis dapibus tellus. Mauris fermentum non justo non posuere. Duis felis purus, venenatis vel justo at, congue finibus metus. Nam ultrices sodales iaculis. Donec quis vulputate felis. Aenean porttitor, mi ac tempor ultrices, augue tortor condimentum augue, quis posuere mi nulla sit amet dui. Quisque faucibus et est ut egestas. Praesent magna ipsum, sodales sit amet sapien ac, volutpat interdum nisi. Integer lacinia, neque vestibulum blandit interdum, nisi sapien gravida elit, in ullamcorper turpis nisl non auris tincidunt risus est.

Skills We Use

Objective-C 95%
User Interface 89%
App Design 97%
Python 90%

Team Members

Johnny Spot

Etiam rhoncus fermentum vehicula. Etiam sollicitudin eget sapien ac aliquet. Nullam tristique vitae sempers astridse. Lorem ipsum sit foli. Nullas eget filicisa et dolores. Donec quis vulpurem felis.

Harry McNinny

Etiam rhoncus fermentum vehicula. Etiam sollicitudin eget sapien ac aliquet. Nullam tristique vitae sempers astridse. Lorem ipsum sit foli. Nullas eget filicisa et dolores. Donec quis vulpurem felis.

Tommy Tallboy

Etiam rhoncus fermentum vehicula. Etiam sollicitudin eget sapien ac aliquet. Nullam tristique vitae sempers astridse. Lorem ipsum sit foli. Nullas eget filicisa et dolores. Donec quis vulpurem felis.

Luoghi

Museo del Ferro e San Bartolomeo

Il Museo del ferro sorge a San Bartolomeo, un borgo suburbano inglobato nel comune di Brescia a fine XIX secolo. A partire dalla fine degli anni Ottanta del ‘900, a opera della Fondazione Civiltà Bresciana e, successivamente, del musil, sono stati recuperati l’edificio e la canalizzazione esterna, assicurando inoltre il ripristino funzionale della fucina e della ruota del maglio.

Si tratta di un luogo che restituisce il paesaggio urbano della Brescia di inizio Novecento, caratterizzato anche nell’attuale centro storico da un intrico di canali, ruote e piccoli opifici.

Il quartiere ospita anche, a partire dagli anni ’50 del Novecento, l’unico caso nazionale di villaggio costruito per gli esuli giuliano-dalmati.

PF900 punta a far conoscere queste rilevanti eredità del Novecento attraverso una raccolta di documenti, memorie e immagini che rendano ancora più ricca e originale la visita del museo e del quartiere.

MO.CA – Centro per le Nuove Culture

Elegante dimora nobiliare del XVI secolo, Palazzo Martinengo Colleoni ha ospitato a lungo, nel XX secolo, il tribunale della città, per poi diventare a partire dal 2015 MO.CA – Centro per le Nuove Culture, un centro culturale urbano in pieno sviluppo.

I canali

La rete dei canali sotterranei che innerva la città – Bova, Celato, Garza, Molin del Brolo, Garzetta, Dragone sinistro e destro per citare solo i maggiori – costituisce una struttura che attraversa l’intero tessuto cittadino e che permette di ricostruire la vita di Brescia della prima parte del XX secolo. Oltre a disegnare la forma urbis nei secoli precedenti, nel corso del Novecento ha continuato ad alimentare laboratori artigianali ancora privi di energia elettrica e contemporaneamente a rendere possibile l’irrigazione e l’abbellimento dei giardini e degli orti e, soprattutto, di molte delle fontane monumentali di una città che la storia ha tramandato come “Brescia città dalle mille fontane”.

PF900 intende mostrare attraverso fotografie, testi e video originali la Brescia “di sotto”, raccogliendo inoltre immagini e interviste sulla “vita sociale” dei canali, intesa come quei saperi e quelle pratiche collegate al mantenimento degli stessi e allo sfruttamento dell’acqua come energia necessaria al funzionamento di macchine e opifici.

Campo Féra e ex-Tempini

Campo Féra: per l’antica storia bresciana luogo di mercato e traffici, per la Brescia del Novecento quartiere operaio vicino al cuore industriale della città e, in particolare, alla ex Tempini, spazio in cui sta sorgendo la sede centrale del musil.

PF900 racconterà la vita di questa Brescia popolare, ieri marginale, domani centrale nella vita culturale e civile della città.

Il castello

Il castello di Brescia, fin dal Medioevo uno dei simboli della città, ospita nel Novecento anche uno zoo: inaugurato nel 1912 e costretto a chiudere nel 1922 per motivi economici, lo zoo riapre nel 1955 per la donazione da parte di Darix Togni di una coppia di leoni al sindaco della città Bruno Boni. Si tratta di un capitolo della storia di Brescia curioso e fonte di reazioni contrastanti. Ma il Castello nel Novecento continua anche a ospitare il più grande vigneto urbano d’Europa.

PF900 farà conoscere e immaginare a grandi e piccoli due volti unici di uno degli spazi-simbolo della città.

Piazza della Loggia

Il Novecento a Brescia ha soprattutto un luogo e una data: Piazza della Loggia, 28 maggio 1974.

PF900 cercherà di raccontare l’evento, il suo “prima” e il suo “dopo” , a chi non c’era e a chi non sa, assieme a coloro che hanno continuato a tenerne viva la memoria.

Piazza Vittoria

Nel 1932 viene inaugurata l’immensa piazza della Vittoria, che in un colpo solo spazza via l’intero quartiere delle Pescherie, secoli di storia e arte, e poco meno di millecinquecento residenti, sfrattati e sistemati nelle periferie della città. L’inaugurazione è in grande stile, con tanto di intervento di Benito Mussolini in persona, che parla a una piazza gremita e a una folla esultante.

Le vicende che interesseranno la Piazza dopo la Liberazione e nella seconda metà del secolo contribuiranno a fare della piazza un luogo strategico per raccontare la storia del Novecento, bresciano ma non solo.

PF900 intende raccontare queste storie attraverso immagini, scritture e rappresentazioni teatrali originali.

Il Carmine

Pittoresco, popolare, colorato, “resistente”, un po’ san Francisco (ma senza saliscendi) un po’ suk (ma di solito fa meno caldo), nei secoli il quartiere del Carmine ha significato anche sesso.

PF900 racconterà il secolo con le parole dei sex workers, cioè le “zie” e gli altri protagonisti locali del settore. Queste storie saranno rielaborate in forma performativa attraverso il linguaggio teatrale, portando in scena la strada.

News

CARMINE FRA MISERIA E NOBILTA’

Data: 22/10/2019 Ora: 09:00-12:00 Luogo ritiro delle biciclette e ritorno: CTS Youth Point Indirizzo: Via Niccolò Tommaseo 2/A, Brescia Una passeggiata, un itinerario in cui performers, suoni e immagini ci accompagneranno alla scoperta del Carmine, nato come luogo di commerci e produzione artigianale che intorno agli anni ‘70 è stato anche il cuore [...]

IL CARMINE E LE ANTICHE VIE DELL’EROS

Data: 29/06/2019 20/07/2019 Ora: 18.45 Luogo e Sala: Partenza da Caffè Letterario Primo Piano Indirizzo: Vicolo Beccaria, 10 Una passeggiata, un itinerario in cui performers, suoni e immagini ci accompagneranno alla scoperta del Carmine, nato come luogo di commerci e produzione artigianale che intorno agli anni ‘70 è stato anche il cuore a [...]

Visualizza Tutte le News

Contattaci


Download Avada App Today!

Download App
Download App
Download App